Cycling & Blogging: welcome on board, sei entrato nel Blog ufficiale dell'Alexander Bike Hotel di Gabicce Mare!

giovedì 28 giugno 2012

La nostra guida Andrea e Linus in un bike tour tra i colli romagnoli... aspettando la Maratona delle Dolomiti

 Appuntamento ad Aquafan, poi un tour insieme pedalando tra le bellezze del nostro entroterra. La nostra guida Andrea e Linus, il Direttore di Radio DJ, saranno entrambi domenica prossima alla partenza della Maratona delle Dolomiti. E noi dell'Alexander a tifare per loro due! Nei prossimi giorni pubblicheremo l'intervista che lo stesso Andrea, solito e imperterrito cronista-ciclista, ha fatto a Linus durante questo tour. A presto! 


mercoledì 27 giugno 2012

Le Vacanze d'autore dell'Hotel Alexander. Venerdì 29 giugno primo appuntamento con lo scrittore Francesco Recami che presenta il suo ultimo libro "Gli scheletri nell'armadio"

Non solo bici, cicloturismo, spiaggia e mare: all'Hotel Alexander alberga anche la cultura e la narrativa...
Inizia venerdì 29 (ore 21) la rassegna "Hotel d'Autore: un libro all'Alexander " con il primo incontro con l'autore Francesco Recami che presenta il suo libro "Gli scheletri nell'armadio". Le serate  proseguiranno in altre tre date fino al 17 agosto con altri scrittori di assoluto valore. 
"Gli scheletri nell'armadio", edito da Sellerio, scritto da Francesco Recami.  Il noto giallista fiorentino, propone una appassionante vicenda che ruota attorno ad una classica casa di ringhiera milanese, vero fulcro di una umanità composita ed intrigante.


«Una spolverata di cinismo, un pizzico abbondante di perfidia, una macinata di comicità sfumata al nero. Francesco Recami, con Gli scheletri nell’armadio, elabora una delle sue impeccabili ricette a orologeria. La cucina è la solita: l’ormai famosa casa di ringhiera milanese, unica casa fornita d’anima di cui ho notizia» Santo Piazzese.

«Capiva che è meglio la morte di una scomparsa, che è un po’ il tema di questa storia che vi sto narrando». Un giorno, ad Amedeo Consonni, tappezziere in pensione e collezionista per hobby di cronaca nera, si presenta del tutto inaspettato il Barzaghi, compagno di lavoro di quando addobbavano le carrozze della Wagon-Lits. Nel suo vecchio casolare, in un’intercapedine ha trovato tre scheletri; e vorrebbe aiuto, dall’antico collega con il suo pluridecennale archivio di crimini, per capirci qualcosa, prima di rivolgersi alla Polizia con il rischio che gli blocchino i lavori di restauro. Sente il Consonni che è il prezzo della fama guadagnata per il ruolo (lui dice del tutto casuale) avuto nella risoluzione del precedente caso, cosiddetto della Sfinge di Lentate. Contro la sua volontà, dal suo arredatissimo appartamento nella casa di ringhiera, si trova costretto a cercare dei nomi per quelle ossa.
Così inizia la commedia degli errori che ha tutta l’apparenza di un giallo ed è in effetti il mistero impenetrabile delle vite quotidiane quando sono scrutate da un cortile condominiale. Spuntano piste di ogni genere, ingegneri inghiottiti in loschi affari, boy-scout svaniti come fumo dietro a storiacce d’amore: e lui le segue tutte, mentre cadono a destra e sinistra pezzi di esistenza quotidiana a formare storie parallele che assumono autonomia e propulsione propria. Ma è un’unica vicenda che nasce dal connubio tra l’intrigo degli scheletri e il mestiere di vivere che agita lo zoo umano degli inquilini. L’avvenente Erika, il cui marito Antonio è scomparso; la gelosia di Caterina, figlia di Consonni, per la professoressa Angela; il nipotino Enrico che ha perduto l’orsacchiotto Bubu; Claudio, l’alcolista, che tenta di rifarsi; l’illusione di gioventù del vecchio De Angelis che, come un flashback dei felici Sessanta, ha messo le mani su un’incredibile BMW Z3: è tutto un’unica peripezia che si svolge, comica e tragica, rumorosa e mesta, e racconta la protagonista vera del romanzo: la Casa di ringhiera.Con questo secondo romanzo le storie della Casa di ringhiera prendono il corpo di una serie, si può dire di un genere, di misteri quotidiani. La linea creativa di Francesco Recami segue tipici connotati: un protagonista collettivo e impersonale, la casa di ringhiera appunto; la completa inconsapevolezza di ogni personaggio rispetto a quello che succede veramente, quasi fosse la vita ciò che accade mentre si sta seguendo una traccia gialla; degli intrecci che seguono un filo geometrico a raggiera, partendo dal centro unico del cortile del palazzotto ex popolare Novecento
Francesco Recami (Firenze, 1956) con questa casa editrice ha pubblicato L'errore di Platini (2006),Il correttore di bozze (2007), Il superstizioso (2008, finalista al Premio Campiello 2009), Il ragazzo che leggeva Maigret (2009), Prenditi cura di me (2010, Premio Castiglioncello 2010 e Premio Capalbio 2010) e La casa di ringhiera (2011).

venerdì 22 giugno 2012

martedì 19 giugno 2012

E' arrivata l'estate dell'Hotel Alexander!



Conclusa la prima parte della stagione Bike, è arrivata l'estate 

all'Alexander di Gabicce Mare...

spiaggia già attrezzata, mare blu, chef ai fornelli, Elvis al microfono... 
Cinzia e Roberto in regia.....

Manchi solo tu!!!


p.s. Ugo è già in spiaggia come vedi nella  foto!!!


mercoledì 13 giugno 2012

Da San Gallo a Gabicce con bike passion! Il saluto degli amici svizzeri di Bici Aktiv recentemente ospiti all'Alexander



Guten Morgen nach Gabbice Mare

Folgendes sehr positive Feedback haben wir bekommen:
Sehr geehrter Herr Amgwerd

Wir sind soeben von unseren Radferien aus Gabicce Mare zurückgekehrt. Uns hat es so gut gefallen, dass wir spontan noch 2 Tage angehängt haben. Es ist uns ein Anliegen, Ihnen mitzuteilen, dass wir alle begeistert waren von Ihrem Service und dem des Hotels. Dass Sie das Hotel Alexander in Gabicce Mare als Destination für Ihr Angebot ausgewählt haben, zeugt für Ihre Fachkenntnis. In diesem Hotel wird angefangen vom Chef Alberto, über sämtliche Mitarbeitenden hinweg, inkl. Bike-Guides Gastfreundschaft auf einem ganz hohen Level gelebt.....und das Essen ist so gut in diesem Hotel, dass man gar nicht Ferien machen könnte, ohne täglich mind. 70 km Fahrrad zu fahren. Wir werden alle wieder Bici-Ferien buchen und auch ganz sicher wieder Ihr Arrangement im Alexander.

Uebrigens, wir waren praktisch die einzigen Gäste im Hotel, die das erste Mal da waren. Es gab mehrere Hotelgäste, die seit 20 und 30 Jahren ins Alexander kommen, also schon zu der Zeit, als das Hotel noch vom Schwiegervater von Alberto geführt wurde.

Lieben Gruss aus St. Gallen und auf ein nächstes Mal.

Heinz und Tiziana Kuhn (St. Gallen) und Marcel und Claudia Oehy (Diepoldsau)



Wir haben uns sehr darüber gefreut.

beste Grüsse

Roger Amgwerd

===============================================
BICI AktivFerien GmbH

martedì 12 giugno 2012

Claudio, Helmut e Andrea: le nostre guide 2012 danno il loro arrivederci a settembre

Sono stati i "bike-condottieri" di questa prima parte di stagione dell'Alexander. In sella alle loro Bianchi le guide Claudio, Helmut e Andrea hanno pedalato per due mesi con i loro gruppi nei bike tour. Muniti dello stesso spirito e stessa bike passion, tipica dell'Hotel di Cinzia e Roberto, i tre si sono decisamente ben assortiti, anche per caratteristiche differenti...
Claudio, detto anche "Sanchio" o "Bomber", alla sua quarta stagione all'Alexander, è stato il vero e proprio "deus ex machina". Nei mesi di aprile e maggio si è preso cura dei gruppi più impegnativi, non ultimi i suoi amici dottori elvetici. Ottimo ciclista e guida, gran bravo ragazzo, generoso, sempre disponibile con tutti, il trentenne di Ca' Gallo ha tenuto le fila del lavoro bike, coordinando per conto del boss Roberto alla perfezione i singoli tour, la manutenzione delle Bianchi e il rapporto con la clientela. Davvero bravo! Good Job Claudio! (sentiamolo nel video sopra) 
Non è stato da meno il rendimento del mitico Helmut, "giovane" sulla sessantina di Merano, che grazie alla sua madrelingua tedesca ha saputo gestire al meglio i clienti provenienti da Germania, Austria e Svizzera. Il maestro di sci del Sud Tirolo è stato impeccabile su tutti i fronti: si è preso cura degli slow tour,  i suoi "Panorama Bike Tours", spesso accompagnando simpatiche signore di mezza età, che ne hanno apprezzato la professionalità, la serietà (tipica delle sue parti) e talvolta anche il fascino alla Richard Gere (non ce ne voglia la moglie Charlotte:-). Helmut, alla sua prima esperienza di tour guide è stato utilissimo anche nella manutenzione dei mezzi e non si mai risparmiato nel lavoro! Di giorno niente vino e la sera a letto presto! Danke caro amico (anche lui sentiamolo nel video sopra)
Infine Andrea. Il giornalista, free-lance di professione, ma anche di indole, si è buttato a pesce in questa nuova avventura di guida e blogger con il suo innato entusiasmo. Il 43 enne riminese che sua moglie Alexia definisce un  "cycle addicted", dopo il buon lavoro del WPCC 2011 aveva in testa un progetto e ha voluto proporlo proprio all'amico Roberto Colombari, da sempre un manager attento e aperto alle novità in campo turistico a alberghiero. Un nuovo modo di comunicare le vacanze bike: così è nata l'idea del "Cycling and Blogging 2012", un archivio storico day by day di tutti i tour svolti e della vita dell'hotel, con lo stesso Andrea che durante le pedalate ritraeva i suoi gruppi con foto, video interviste e racconti. I numeri gli stanno dando ragione, oltre 3500 contatti in soli cinquanta giorni. E a settembre si tornerà a raccontare le divertenti bike stories dell'Alexander anche con il suo amico Carl GBR (che parla meglio di lui l'inglese:-)... to be continued...


Claudio, Helmut and Andrea: our bike guides say good bye ... see you again in September 2012

They have been the "bike guides", or better the "bike leaders" of this first part of the season at the Alexander. On their Bianchi bikes, Claudio, Helmut and Andrea have driven for two months their groups in the most different and exciting bike tours.
With the same spirit and bike passion, typical of Roberto & Cinzia 's hotel, the three were very well matched , thanks also to their different characteristics
Claudio, also called "Sanchio" or "Bomber", at his fourth season at the Alexander, was the real "deus ex machina". In the months of April and May he took care of the most demanding groups, not least his Swiss friends, the group of the Swiss doctors. Excellent bike rider and guide, a really good, generous guy... the thirty year old boy from Ca 'Gallo perfectly coordinated on behalf of the boss Roberto, the individual tours, the maintenance of the BIANCHI bikes and the relationship with the guests.
Really good! Good Job Claudio! (Let's listen to him in the video above)
Very good job, has been carried out also by Helmut , the "young" fellow from Merano , who, thanks to his German mother tongue has been able to handle with guests from Germany, Austria and Switzerland.
The Ski trainer from South Tyrol has been perfect on all fronts: he was responsible for of the slow tours, he organized "Panorama Bike Tours", accompanying nice middle aged women , who appreciated his professionalism, seriousness (typical of his region) and first of all his resemblance to Richard Gere (his wife Charlotte has not to be jealous :-). Helmut, at his first experience as tour guide was also very useful in the maintenance of the bikes and he never spared himself in the work! No wine during the day and early in bed at night ! Danke dear friend (let's listen to him in the video above)
Finally, Andrea: the free lance journalist, freelance for work and by character plunged himself in this new adventure of blogger and bike guide, with his typical enthusiasm. The 43-year-old guide from Rimini, defined by his wife Alexia "cycle addicted" after the good work at the 2011 WPCC , proposed his project to his friend Roberto Colombari, a manager, who has been always attentive and open to innovation in the field of tourism.
"A new way to communicate the bike holiday": this was the idea of "Cycling and Blogging 2012", a historical archive of everyday tours and hotel life, with Andrea , engaged in portraying the hotel guests during the cycling tours, with photos, video interviews and stories. And the figures witness that he is right: over 3500 contacts in only fifty days. And in September he will be back , ready to tell new bike stories at the Alexander hotel and his friend Carl GBR (who speaks English better than he does ) will be there too.... to be continued....


venerdì 8 giugno 2012

"La Vittoria di Marco": tanti amici e tifosi dell'indimenticato Simoncelli hanno partecipato ieri sera all'emozionante presentazione del libro del Dott.Costa

E' stata una serata davvero toccante e di grandi emozioni. Tanta gente ieri sera è accorsa all'Hotel Alexander per partecipare alla presentazione dell'ultimo libro "La vittoria di Marco" scritto dal Dott.Costa e dedicato a Marco Simoncelli. Presente a fianco del celebre dottore della clinica mobile Paolo Simoncelli, il padre del pilota di Coriano scomparso tragicamente lo scorso ottobre sul circuito di Sepang. 
Molto toccanti i video e contributi trasmessi in sala commentati dalla voce di un Costa particolarmente emozionato che voleva bene a Marco come a un figlio.  A moderare gli interventi il giornalista bolognese Roberto Ronchi, ex redattore di Motosprint e da qualche anno grande amico dell'Alexander. Molto apprezzato dal pubblico presente il saluto del Sindaco del Comune di Gabicce Corrado Curti, invitato a partecipare alla serata dal proprietario del Alexander Roberto Colombari,  insieme a tanti altri graditi ospiti presenti. 


"La vittoria di Marco ": a lot of friends and fans of the unforgettable Simoncelli attended last night the moving presentation of Dott.Costa's book

It 'was a very touching evening, an evening of great emotion. Lots of people arrived at Alexander Hotel, last night to attend at the presentation of "La Vittoria di Marco", the latest book written by Dott. Costa and dedicated to Marco Simoncelli. Together with the famous doctor of the "Clinica mobile" ( the moving clinic), Paolo Simoncelli, the father of the pilot from Coriano, who tragically died last October on Sepang circuit.
Very touching were the videos and the contributions shown and commented by the voice of a Doctor Costa, who was particularly moved , a Doctor Costa, who loved Marco as a son.
All interventions were moderated by the Bolognese journalist Roberto Ronchi, former editor of Motosprint, and great friend of the Alexander hotel. Most appreciated by the audience the greeting of Gabicce's Mayor , Corrado Curti, invited to participate in the evening by the owner of the hotel, Roberto Colombari, together with many other guests.

mercoledì 6 giugno 2012

L'ultima intensa bike week della prima parte di stagione dell'Alexander. Protagonisti gli amici di Costanza, gli elvetici del Claudio's Team e Mary from Toronto! See you in september

Sono tanti i protagonisti dell'ultima settimana dell'Alexander Bike Hotel.  Manfred, Oswald, Alfred, Franz, Albin, Heidi, Ingrid, Cristina, Irmgard, Evi e ancora Manfred hanno chiuso con la loro bike week la prima parte della stagione dei ciclisti dell'Alexander: nove settimane iniziate con il week-end di Pasqua, oltre 60 giorni di cicloturismo che hanno visto alternarsi nel quattro stelle di Gabicce clienti da tutta Europa, ma anche dagli Usa e dal Canada.
Venendo ai nostri ultimi eroi, gli amici del Lago di Costanza, nel sud della Germania, hanno portato a termine una intensa settimana di pedalate toccando numerose localita: Urbino, San Marino, Tavoleto, Montescudo e Montegrimano, i colli dell'entroterra pesarese e persino il Furlo.  
A condurli in queste imprese le guide Helmut, Andrea e Alberto, felici di poter portare in giro un gruppo molto affiatato e ben allenato, anche tra le mogli cicliste.
Imperdibile il solito appuntamento di metà settimana della Tenuta del Monsignore, con Elvis a farla da padrone tra schitarrate e la sua inconfondibile voce rubata al "collega" di Memphis:-)
Oltre agli amici tedeschi, l'Alexander ha avuto il piacere di ospitare nella stessa settimana il gruppo degli svizzeri che per comodità definiremo il Claudio's Team. La nostra superguida li ha coccolati in tutti i sensi: sulla bici di mattina, negli aperitivi serali, le cene di pesce e nei pazzi post serata....
Indimenticabile per tutti la visita della ciurma a Cà Gallo, ospiti della splendida famiglia Sanchini, per un lauto pranzo a base di prodotti fatti in casa.


Infine, chiudiamo in racconto di oggi con la mitica Mary from Toronto, la nostra amica psichiatra che ha voluto chiudere la sua bike vacanza del 2012 in Italia con una settimana all'Alexander. Passista con una grande resistenza sulle lunghe distanze (lo dimostrano i tre giorni sui Sibillini con il GS Matteoni), la biondina di origini francesi si è trovata a suo agio con l'Alexander Bike Passion e sulla Bianchi si trovata a suo agio...su tutti i fronti...


to be continued